Una delle soluzioni migliori per sostituire uno o più denti mancanti. L'impianto è una struttura in titanio, simile nella forma in genere alla radice dentaria, che viene innestata, in anestesia locale, nella mandibola o nel mascellare superiore. Funzionalmente ed esteticamente sostituisce il dente o i denti mancanti.

Una volta inserito l'impianto, prende avvio un processo di guarigione che porta alla sua integrazione nell'osso.
L'impianto può essere un'ottima strategia di trattamento nei soggetti che non hanno più denti.

Come avviene l'intervento?
Di norma l'impianto viene inserito in anestesia locale. Di solito trascorrono dai tre ai sei mesi dall'inserimento dell'impianto al momento in cui viene applicata la protesi sull'impianto stesso.
in alcune condizioni però l'impianto può essere protesizzato con una corona immediatamente.
Si tratta di terapie che consentono un elevato grado di successo, ma che possono avere diverse controindicazioni assolute o relative. Queste controindicazioni possono riguardare la quantità di osso disponibile, la presenza di malattie croniche o degenerative che sconsigliano l'uso di impianti o alcune abitudini come, per esempio, il fumo.

La causa più frequente di fallimento è l'infiammazione dei tessuti intorno all'impianto. Sono necessari quindi controlli periodici dal dentista e una scrupolosa igiene orale.


Posted
Authordaniele modoni