Scusate se insistiamo. Non è per deformazione professionale (non solo, almeno). Crediamo davvero nel potere del sorriso, nella sua influenza positiva sull'essere umano.
E a sostegno di questo si fa avanti anche la scienza. Alcuni ricercatori svizzeri hanno rivelato che sorridere aiuta ad affrontare meglio le giornate, ma contribuisce anche a mantenersi in salute.
Gli scienziati del D-BSSE del Politecnico federale di Zurigo, guidati dal prof. Martin Fussenegger, hanno compiuto ricerche specifiche sulla dopamina (l' "ormone della felicità") scoprendo che non si forma solo nel cervello, ma anche nei nervi del sistema vegetativo, strettamente intrecciati ai vasi sanguigni, causandone la dilatazione e il conseguente abbassamento della pressione arteriosa.


Ridere, quindi, allunga la vita. E non è retorica. Evitare l'ipertensione infatti significa avere meno probabilità di svilupparne le relative complicanze (ictus, infarto, insufficienza renale).
Vale la pena allora trascorrere anche solo un giorno senza sorridere?

Posted
Authordaniele modoni