Un team di ricercatori britannici e svedesi, dottori Palle Rosted, Mads Bundgaard, Sian Gordon e Anne Marie Lynge Pedersen, provenienti da due ospedali inglesi e l’Università di Copenaghen, nel 2010 hanno condotto uno studio in cui è stata analizzata l’efficacia dell’agopuntura nel trattare l’ansia nei pazienti che si devono sottoporre a un intervento dal dentista.

agopuntura-schiena.jpg

Il piccolo studio, pubblicato su Acupuncture in Medicine, è stato condotto coinvolgendo 20 persone (16 donne e 4 uomini) con età media di 40,3 anni. I soggetti facevano parte di una lista di pazienti provenienti da otto studi odontoiatrici, e presentavano i requisiti per essere inclusi in una scala chiamata “BAI, Beck Anxiety Inventory”, che attesta i punteggi relativi al livello di ansia della persona. Tutti i soggetti rientravano in questa scala che serve anche a identificare quei sintomi più o meno forti che vengono definiti come odontofobia, la paura del dentista.

Tutti i partecipanti, che soffrivano di ansia moderata o media nei confronti del dentista, sono stati oggetto di valutazione con la scala BAI prima del trattamento con l’agopuntura e dopo il trattamento, al fine di valutare i livelli di ansia. Il trattamento è durato soltanto cinque minuti ed è stato somministrato direttamente dagli stessi dentisti, che erano tutti membri della British Dental Acupuncture Society. I punti trattati erano il GV20 e l’EX6, che si trovano sulla parte superiore della testa.

Il punteggio BAI, stabilito prima del trattamento con l’agopuntura era in media, per tutti i pazienti, di 26,5. Dopo i cinque minuti di agopuntura il punteggio è sceso a 11,5 di media – sempre per tutti i partecipanti. Tuttavia, il dato più eclatante è che l’intervento del dentista è stato possibile su tutti e 20 i pazienti, mentre prima del trattamento con l’agopuntura soltanto 6 di questi si erano lasciati convincere a sedere sulla poltrona del dentista per la cura – e solo qualcuno degli altri si era convinto dopo numerosi e faticosi sforzi da parte del medico.

Il successo ottenuto ha fatto ben sperare i ricercatori, soprattutto dopo aver constatato che altre tecniche di rilassamento, terapie comportamentali, ipnosi e anche farmaci non avevano sortito lo stesso effetto.
Sebbene saranno necessari altri più approfonditi studi, i ricercatori ritengono che l’agopuntura sia un’opzione sicura, poco costosa e semplice da attuare per trattare tutti coloro che soffrono di odontofobia. 

 

Source: http://www.lastampa.it/2013/06/17/scienza/...
Posted
Authordaniele modoni